Laser Chirurgia

Le malattie delle alte vie respiratorie sono molto frequenti nei cani, in particolare la sindrome brachicefalica e la paralisi laringea.

 

Sindrome brachicefalica

I cani di morfologia brachicefala (Bulldog inglesi, Bulldog francesi, Carlini, Cavalier King Charles, etc) spesso sviluppano alterazioni laringee secondarie a malformazioni congenite delle prime vie aeree, quali le narici stenotiche (foto in basso a sinistra), il palato molle lungo e la trachea ipoplasia. Queste malformazioni anatomiche provocano gravi ripercussioni importanti sulla funzione delle cartilagini della laringe (collasso laringeo). I cani con tali alterazioni sono affetti da sindrome brachicefalica e manifestano sintomi respiratori in progressivo peggioramento. Tra i sintomi più importanti si annoverano l'animale che russa, l'apnea e, nei casi gravi, la comparsa di mucose grigio-bluastre (cianosi) fino al collasso cardio-circolatorio e morte.


 

 
 
 
 
Per prevenire la progressione della sindrome brachicefalica è consigliabile sottoporre il cane ad uno studio endoscopico della laringe, durante il quale è possibile quantificare il grado di collasso laringeo. Durante la stessa anestesia, se indicato, il cane viene sottoposto ad una plastica chirurgica con laser (laser a diodi). La laser-chirurgia consente l'allargamento delle narici (foto in alto a destra), l'accorciamento del palato molle e la vaporizzazione dei processi cuneiformi delle cartilagini aritenoidi. Tale approccio chirurgico è necessario per arrestare la progressione del collasso laringeo nei cani con patologia avanzata (collasso laringeo di secondo grado).
La laser-chirurgia consente di migliorare notevolmente la qualità di vita del cane affetto da sindrome brachicefalica, ripristinando un normale passaggio dell'aria nelle prime vie aeree.

Paralisi laringea

La paralisi laringea è una grave anomalia, congenita o acquisita, che consiste nella mancata abduzione (divaricazione) delle cartilagini della laringe durante l'inspirazione. Questo disturbo, se non curato tempestivamente, può portare ad un grave deficit respiratorio fino alla morte per soffocamento.
La risoluzione di questa patologia è esclusivamente di pertinenza chirurgica e spesso rappresenta un'emergenza.


 

 
 
 
 
 
 
 
La più avanzata tecnica chirurgica prevede l'utilizzo del laser (laser a diodi). Questa metodica consente di allargare l'adito laringeo mediante la creazione di un passaggio artificiale per l'aria a livello delle cartilagini paralizzate. La laser-chirurgia si svolge attraverso una tecnica mini-invasiva intra-orale. Essa permette di ridurre notevolmente le complicanze rispetto alla chirurgia standard. Inoltre, la laser-chirurgia riduce il periodo di ricovero post-operatorio, con indubbio beneficio per il benessere del cane.

Contatti

Laser-chirurgia